9 aprile 2013

I golpisti #CommissioniSubito


I golpisti #CommissioniSubito

 |  | 
colonnelli_italiani.jpg
Il golpe è iniziato da anni. Un golpe alla luce del sole per delegittimare e svuotare il Parlamento. L'Italia non è più una repubblica parlamentare, come previsto dalla Costituzione, ma una repubblica partitica. I partiti hanno sostituito la democrazia. La volontà popolare è diventata una barzelletta. La delegittimazione del Parlamento è avvenuta in due mosse. Il Governo, che dovrebbe governare, ha di fatto sostituito l'attività parlamentare e legifera attraverso i decreti legge, provvedimenti provvisori avente forza di legge, che dovrebbero essere adottati SOLO in casi straordinari di necessità e urgenza dal Governo, ai sensi dell'art. 77 della Costituzione. La seconda mossa è stata la nomina diretta dei parlamentari da parte dei segretari di partito grazie al Porcellum. I partiti hanno occupato il Parlamento con delle sagome di cartone e spossessato della sua funzione legislativa. Se questo non è un golpe cosa lo è?
La situazione si è aggravata dopo la "non sfiducia" a Rigor Montis, che si è "non dimesso" (in effetti è ancora in carica...). Da metà dicembre il Parlamento è entrato definitivamente in coma, ormai ha un encefalogramma piatto. Scioglimento delle Camere anticipato (e non necessario), nuove elezioni e dopo quattro mesi non sono ancora state formate le Commissioni parlamentari che hanno il compito di esaminare i disegni di legge. Non c'è alcun impedimento costituzionale o di altro tipo per istituirle, ma i partiti non le vogliono. Il motivo è semplice. In Parlamento c'è ora un nuovo arrivato, un imprevisto, il M5S che vuole avviare al più presto una serie di leggi che per pdl e pdmenoelle sono come l'aglio per i vampiri. Legge sul conflitto di interessi, legge anti corruzione, applicazione della legge sulla ineleggibilità, legge per togliere con effetto retroattivo da questa legislatura il finanziamento pubblico ai partiti, eccetera, eccetera.
La ragione (inesistente) per non fare le Commissioni è che non c'è un Governo. Una balla ad uso pdlpdmenoelle. Grazie a questa fandonia si potrebbero ottenere risultati da Guinnes dei primati. O un Parlamento bloccato fino alla formazione del prossimo Governo a fine maggio (dopo la nomina del presidente della Repubblica) con l'Italia da dicembre 2012 a giugno 2013 senza un Parlamento effettivo. In più dopo giugno arriva l'estate con la chiusura di 40 giorni di Camera e Senato per le vacanze. O un'ipotesi ancora peggiore: le elezioni a giugno con un Parlamento in attività solo da fine 2013. Un anno di blocco. Il MoVimento 5 Stelle vuole un Parlamento in pieno esercizio da ora. Il Paese è al collasso e l'attività legislativa è bloccata. Un suicidio. Commissioni subito o partiti commissariati. Il Parlamento deve ritornare a essere sovrano.
#CommissioniSubito: partecipa alla discussione su Twitter:

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Prime attribuzioni di compiti durante l'occupazione grillina al parlamento...

L'onorevole Zaccagnini occuperà il ristorante...

Hastaa onorevolii...

Anonimo ha detto...

Pierluigi in nomination, stasera rischia di uscire dalla Casa

http://inpastoalsilvio.wordpress.com/2013/03/28/pierluigi-in-nomination-stasera-rischia-di-uscire-dalla-casa/

Se la miglior Italia ha partorito gente alla Crimi e alla Lombardi, mi spiace per voi ma potevate tenervi anche Capezzone!

Anonimo ha detto...

A quello del Boom, dai una sbircitina va!

Giovanni Favia

Non sottovalutate quello che sta accadendo in questi giorni nel m5s di Bologna. Nei prossimi giorni tocchera' anche me mettere qualche pezzo del puzzle e far capire a tutti come si e' mossa la fabbrica dei veleni. Oggi almeno conosciamo il nome di colui che, giocando sporco come suo solito, ha provocato espulsioni e divisioni a Bologna ed in Emilia-Romagna. Si chiama Massimo Bugani, ed e' uno dei consiglieri m5s meno attivi e piu' inciucista che conosca. Una vergogna per l'm5s. Purtroppo e' anche il protetto di Casaleggio. Spero che prima o poi la sua corte amicale apra gli occhi e che la base del m5s riesca a cacciarlo. Dal sito di Federica Salsi: "...Ci fu un'inchiesta giornalistica. Venne denunciato che il Capo di Gabinetto del Comune di Bologna, Marco Lombardelli, aveva solo la terza media e un contratto illegittimo con un stipendio esorbitante che non poteva avere. Un abuso con costi che hanno sostenuto i cittadini di Bologna. Cosa successe?
Il Sindaco di Bologna Virginio Merola sotto i colpi dell'inchiesta e le critiche dell'opposizione chiamò in ufficio il mio ex capogruppo, Massimo Bugani. Propose prima a lui da solo e poi con me presente, che avremmo potuto “sedare” la cosa. Facendo una commissione istituzionale che avrebbe studiato il caso e poi lui, il sindaco, con i sui mezzi avrebbe trovato il modo per far andare altrove Lombardelli. Forse questo modo di pensare era legittimo per Sindaco ma non per noi. E cosa successe? Il mio ex capogruppo si oppose? Si mise a urlare? No. Lui accettò lo scambio in silenzio sotto i miei stessi occhi. L'accordo si poteva fare.
Dovetti io ed altri dell'opposizione impuntarmi contro questa porcata che avrebbe evitato le dimissioni del Capo di Gabinetto. Poi l'inchiesta giornalistica fece il resto.
E questa è solo una delle tante..."

M5S: il nuovo che avanza?
http://www.federicasalsi.it/2013/04/m5s-il-nuovo-che-avanza.html